Benefici del nuoto

I benefici del nuoto: perché praticarlo?

Il nuoto è da sempre conosciuto come uno “sport completo”: chiunque si sia avvicinato a una vasca ha sentito questa frase almeno una volta!
Cosa significa, però, di preciso?
Significa che questa attività sportiva comporta benefici a livello fisico e a livello psicologico, coinvolgendo tutto il corpo: la pratica costante del nuoto, accompagnata da un po’ di preparazione e di attenzione, può portare notevoli miglioramenti non solo per quanto riguarda la forza e la forma, ma anche lo spirito. Vediamo nel dettaglio i benefici del nuoto!

Il nuoto: benefici per il corpo

Nuotare in piscina – o al mare, o in un lago, perché no? – ci permette di rafforzare enormemente la muscolatura, aumentando la massa muscolare, soprattutto per quanto riguarda la parte superiore del corpo: ciò si traduce in una riduzione di dolori e malesseri a danno – per esempio – di schiena, spalle e collo. Il corpo si rassoda gradualmente e si definisce, con una forma più armoniosa.

Cuore e polmoni migliorano le loro attività – il cuore diventa più forte, la capacità polmonare aumenta piano piano – mentre il flusso venoso si stabilizza, con effetti positivi su arti superiori e inferiori.
Migliora anche la coordinazione, mentre le articolazioni, pur messe alla prova, vengono salvaguardate: nuotare in piscina, infatti, ci consente di fare attività caricando meno peso e sforzando in misura minore gomiti, spalle, ginocchia, anche ecc…

I progressivi miglioramenti fisici portano a una riduzione dei malanni di stagione, con la tendenza ad ammalarsi meno: ulteriore punto positivo è anche la maggiore capacità di controllare il senso di fame (anche se dopo l’attività è normale sognare un pranzo o una cena da mille portate)!

Il nuoto: benefici per la mente

Come tante attività sportive, anche il nuoto permette di produrre endorfine: queste agiscono sul nostro umore, portando una generale sensazione di relax e benessere. Alla lunga, questa ritrovata sicurezza e la calma suscitata dalla pratica in piscina si “diffondono” a tutte le attività della giornata: per questo motivo, chi si dedica a questo sport riesce a ridurre sensibilmente momenti di ansia e attacchi di panico!

Il nuoto, però, agisce positivamente anche su chi soffre di depressione: le endorfine permettono, infatti, di gestire meglio i diversi episodi, affrontando con positività anche i momenti più duri e difficili.

I rischi

Praticare il nuoto non è un’attività del tutto priva di rischi: buttarsi in acqua e muoversi non è sufficiente a ottenere tutti questi benefici, ma – anzi – rischia di acutizzare alcune patologie, come il mal di schiena.
Per questo motivo, è sempre bene, almeno all’inizio, seguire dei corsi in piscina, imparando i principi di base di questo sport e salvaguardando la propria salute nel modo corretto.

Fra le principali attività messe a disposizione oggi dalle strutture sportive sono inclusi non solo i classici corsi di nuoto utili per apprendere i quattro stili (libero, rana, delfino e dorso), ma anche tantissimi percorsi divertenti, accompagnati anche dalla musica: acqua pole, acquagym e hydrobike sono solo tre degli esempi possibili e tre delle attività più apprezzate dal pubblico!
Non mancano anche corsi pensati per i più piccoli: in molte piscine è, infatti, possibile partecipare ad attività indirizzate a neonati e bimbi piccolissimi, perfette per aumentare la coordinazione e per rafforzare muscoli, cuore e polmoni.

Allo stesso tempo, sempre più numerose sono anche le attività pensate per gli over 65: ginnastica dolce in acqua, realizzata in modo da agire sui muscoli – donando energia e forza a tutto il corpo – senza gravare eccessivamente su ossa e articolazioni. Si stratta di un tipo di esercizio poco invasivo e poco aggressivo, che permette di tenersi in forma senza rinunciare al benessere e senza inutili rischi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *