Come scegliere il tapis roulant

Attrezzo ideale per allenarsi e mantenersi in forma anche in casa, il tapis roulant aiuta a migliorare le proprie performance e può essere utilizzato in qualunque momento della giornata. In commercio sono presenti due tipi di tapis roulant, magnetico ed elettrico e la scelta varia in base alle esigenze e ai risultati che si desidera raggiungere. Se invece ancora non avete deciso quale attrezzo acquistare potete consultare la nostra guida, cyclette o tapis roulant.
Per chi invece ha già deciso, ecco i consigli su come scegliere il tapis roulant più adatto alle proprie necessità.

Come scegliere il tapis roulant: caratteristiche essenziali

Nella scelta del tapis roulant, che sia elettrico o magnetico, vi sono delle caratteristiche da tenere in assoluta considerazione. La prima di queste è la dimensione dell’attrezzo, che deve essere adeguato alla persona che lo andrà ad utilizzare, all’ampiezza della sua falcata e con un livello di intensità relativa alla velocità dell’individuo. La larghezza minima del nastro per legge è stabilita in 40 cm e quelli sotto questa misura sono considerati pericolosi. Se l’intento è quello di utilizzare un tapis roulant per la camminata veloce è sufficiente scegliere un modello con nastro di cm 45 e una lunghezza pari a 120/130 cm. Se l’obiettivo è la perdita di peso tenere conto anche del sistema di inclinazione, sicuramente un vantaggio per diversificare l’allenamento e bruciare più calorie.

Come scegliere il tapis roulant: per camminata o per corsa

Nel caso si voglia utilizzare il tapis roulant per correre e quindi per allenarsi anche a gare e competizioni si può scegliere un modello con lunghezza del nastro di 150/160 cm che permette di correre anche oltre i 15km/h, ma bisogna sempre considerare la larghezza e anche lo spessore del tapis roulant: quest’ultimo può variare da 1, 2 mm a 3, 7.
Un maggiore spessore del nastro garantisce una migliore ammortizzazione. Nel caso il tapis roulant sia destinato ad un utilizzo molto intenso occorre scegliere un modello robusto che sia capace di ammortizzare l’impatto della corsa. Tenere quindi conto della potenza dell’attrezzo: infatti, mentre un tapis roulant da camminata può restare in funzione al massimo 3 ore al giorno con dei cicli di raffreddamento, un tapis roulant elettrico può essere utilizzato per 8 ore consecutive senza che vi sia bisogno di cicli di raffreddamento.

Come scegliere il tapis roulant: magnetico o elettrico

Il tapis roulant magnetico è sprovvisto di motore e il nastro si muove solo con la forza dei piedi. Ideale per chi desidera camminare anche con una certa velocità, è indicato per chi deve fare riabilitazione e per le persone anziane che desiderano tenersi in movimento ma vogliono rimanere in casa. Accelerando i passi è anche possibile perdere peso senza affaticare il cuore e le articolazioni.
Il tapis roulant elettrico è invece indicato sia per la camminata che per la corsa e fornisce un allenamento completo. Questa tipologia di tapis roulant è dotato di un motore che permette al nastro sotto i piedi di muoversi e comprende anche diversi programmi da impostare in base alle proprie esigenze. Proprio grazie ai programmi si può lavorare in maniera differenziata su glutei e gambe, per rassodare e tonificare, ottenendo grossi benefici sia sul sistema respiratorio che su quello cardiocircolatorio.

Registrandoti e Commentando acconsenti alla nostra Privacy Policy e accetti i nostri Termini e Condizioni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *