personal trainer

Come diventare Personal Trainer

Come diventare Personal Trainer? In questo articolo vogliamo indicare il percorso di studi, la formazioni, i requisiti, la certificazione rilasciata per raggiungere questa qualifica professionale.

Il personal trainer è una figura professionale che si occupa di gestire in maniera individuale l’esercizio sportivo e la salute psico-fisica, anche sotto l’aspetto della motivazione, sia di atleti agonisti sia amatori.

Personal Trainer o Preparatore Atletico

Diciamo subito che sono due professioni diverse anche se la differenza può sembrare minima. In realtà come abbiamo visto il personal trainer è una figura che abbraccia diversi campi di intervento ed ha una preparazione specifica in più ambiti, non ultimo l’aspetto psicologico come motivatore. Il personal trainer, come abbiamo visto, si occupa di allenamenti singoli e personalizzati volti a migliorare lo stato di salute e la forma fisica.

Il preparatore atletico è una figura più specializzata che si occupa di curare e gestire la preparazione fisica degli atleti siano essi agonisti o amatoriali e la sua attività principale consiste nel programmare e realizzare allenamenti mirati. Negli sport di squadra, il preparatore atletico affianca l’allenatore.

Come diventare Personal Trainer Certificato

Esistono delle certificazioni nazionali riconosciute e rilasciate da ASI(Associazioni Sportive Sociali Italiane) e CONI(Comitato Olimpico Nazionale Italiano), oltre a queste certificazione ne esistono altre riconosciute a livello internazionale da Europe Active che hanno il vantaggio di accedere al registro europeo dei professionisti dell’esercizio fisico.

La formazione: laurea e titoli di studio

Come abbiamo visto il personal trainer deve occuparsi dell’allenamento ma anche della salute psico-fisica e dell’aspetto della motivazione. Per questo motivo il percorso didattico per diventare personal trainer deve essere interdisciplinare, la formazione prevede una preparazione universitaria con corsi di laurea triennali, master e corsi post-laurea.

Le lauree più indicate per diventare Personal Trainer sono :

  • Scienze delle attività motorie e sportive (Laurea Triennale classe L-22)
  • Organizzazione e Gestione dei Servizi per lo Sport e le Attività Motorie (Laurea Magistrale classe LM-47)
  • Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate (Laurea Magistrale classe LM-67)
  • Scienze e Tecniche dello Sport (Laurea Magistrale classe LM-68)

Potrebbe interessarti: come scegliere il personal trainer.

Esistono anche corsi di Laurea Online di Università Telematiche che vi permetteranno di avere la laurea anche se non frequentate direttamente, quindi comodamente da casa.

Stabilite quali sono le laurea e i percorsi formativi che vi permettono di diventare personal trainer dobbiamo anche dirvi che non esiste né un albo professionale cui iscriversi né un particolare titolo abilitativo per poter esercitare la professione del personal trainer.

Dal punto di vista legislativo invece bisogna verificare i singoli casi regionali per sapere se è necessario l’obbligo di una formazione universitaria o simile per esercitare la professione di personal trainer.

Quanto guadagna il personal trainer?

Lo stipendio di un personal trainer può variare tra i 1.000 e i 2.000 euro al mese soprattutto in funzione dell’esperienza. Tenete presente che la grand parte dei personal trainer lavora come libero professionista, il che vuol dire non avere uno stipendio fisso mensile e sugli incassi bisogna poi pagare le tasse. Per avere un’idea più precisa di quanto guadagna un personal trainer dovete tenere presente la paga oraria, infatti molto spesso i clienti finali del personal trainer acquistano pacchetti di ore, o corsi specifici, ma sempre su base orario.

I guadagni su base oraria possono arrivare anche a 70 euro l’ora.

Se avete intenzione di intraprendere questa carriera e volete valutare se il business è profittevole, dovete ipotizzare il numero di potenziali clienti e di quante ore potrebbero aver bisogno. In ultimo considerate anche che su pacchetti di ore e su corsi specifici che possono durare più settimane o diversi mesi è prassi offrire uno sconto sulla tariffa oraria.

Se invece la vostra idea e di trovare una palestra con cui collaborare allora avrete sicuramente meno problemi e potrete concordare con loro un compenso mensile per il vostro impiego fisso presso la palestra.

Come ultima considerazione finale alcuni personal trainer riescono ad arrotondare i loro compensi consigliando o vendendo direttamente integratori alimentari. Valutate l’idea di stringere una collaborazione con un negozio di integratori alimentari o con un’azienda di produzione, se il vostro bacino di utenza è molto grande.

 

Registrandoti e Commentando acconsenti alla nostra Privacy Policy e accetti i nostri Termini e Condizioni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *