allenamento

I principi dell’allenamento

A cura di Davide Cacciola, Personal Trainer e fondatore di Stai in Forma: gli esperti della forma fisica, un network di Personal Trainer a domicilio presente nelle principali città italiane.

Esistono dei principi universali dell’allenamento, validi sia per chi pratica una disciplina sportiva in particolare sia per chi pratica fitness.

Rispettando questi principi è possibile ottenere miglioramenti di performance e condizione fisica; non rispettarli, invece, può determinare mancanza di risultati o peggioramento della condizione fisica.

Se non riesci a ottenere miglioramenti dai tuoi allenamenti, questo articolo ti aiuterà a capire cosa correggere o migliorare nel tuo programma di allenamento.

Principio dell’adattamento

L’adattamento è una proprietà dell’uomo che gli consente di superare le difficoltà in rapporto con l’ambiente.

Insorge quando l’organismo non riesce a fronteggiare gli stimoli provenienti dall’ambiente.

L’allenamento non è altro che un insieme di stimoli che vengono dati all’organismo per stimolare adattamenti specifici.

Gli stimoli sono gli esercizi specifici di una determinata disciplina sportiva o i comuni esercizi da svolgere in palestra.

L’obiettivo dell’allenamento è proprio quello di stimolare il corpo a sviluppare gli adattamenti necessari per renderlo efficace nella specialità sportiva praticata.

Per ottenere miglioramenti stimolando gli adattamenti è necessario che gli stimoli/esercizi provochino adeguato stress all’organismo; se l’allenamento è troppo blando potrebbe non stimolare alcun adattamento e non portare a nessun miglioramento.

Principio della progressività

L’allenamento deve prevedere stimoli (carichi) progressivamente crescenti al fine di stimolare nuovi adattamenti. Ciò avviene attraverso l’aumento graduale delle quantità e delle intensità di carico.

Se da tempo ti alleni con lo stesso programma di allenamento, con gli stessi esercizi, con le stesse intensità, probabilmente non stai rispettando questo regola e non stai ottenendo i risultati che potresti ottenere.

Principio del recupero

Gli adattamenti avvengono nel momento del recupero, perciò il ruolo del recupero è importante quanto quello dell’allenamento.

E’ fondamentale rispettare i tempi di recupero fisiologici dell’organismo per ogni tipologia di richiesta energetica al fine di sviluppare adattamenti sempre crescenti.

Allenandosi troppo rispetto alle proprie capacità si rischia di incappare nella sindrome da “overtraining” o sovrallenamento, una condizione che determina stanchezza, peggioramento della performance sportiva e della condizione fisica.

Ascolta il tuo corpo e concedigli il riposo necessario.

Principio della costanza

L’allenamento produce adattamenti anche sulla base di una continua sollecitazione, se il carico di lavoro viene a mancare gli adattamenti regrediscono rapidamente e peggiorano le capacità.

Questo è uno dei principali errori che commettono gli sportivi amatoriali o i frequentatori di centri fitness e palestre. Si inizia motivati a frequentare la palestra per poi abbandonare o non riuscire ad essere costanti.

Questo grafico rappresenta il rapporto tra allenamento e adattamento e riassume i principi sopra elencati

Principi dell'allenamento

Principio dell’individualizzazione

L’allenamento è soggettivo.

I fattori da considerare nell’impostazione di un allenamento sono: età, sesso, livello di attività fisica, composizione corporea, livello di funzionalità generale.

Dunque meglio evitare protocolli o schede di allenamento preimpostate e scegliere di farsi preparare un programma di allenamento personalizzato da un Personal Trainer qualificato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Registrandoti e Commentando acconsenti alla nostra Privacy Policy e accetti i nostri Termini e Condizioni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *